Un nuovo cercatore “cinese” per Zaphod

Sentendo la necessità di un cercatore ottico su Zaphod, ma scontrandomi con problemi di budget e tecnici, ho provato ad adottare una soluzione un po’ astrusa su consiglio del buon Marco Longo .
Potendo già contare sul supporto del Red-Dot di serie con il Bresser Galaxia, ho acquistato un binocolino cinese 7×18 al modico prezzo di 10 euro circa. Sulle prime ho tolto il Red Dot intero dalla staffa e mi sono scervellato su come installarvi il cinesino, di modo che avesse anche un minimo di gioco per poterlo allineare al tubo.
Dopo un po’ di ragionamenti ho pensato che il modo più rapido era quello di strappare letteralmente la parte superiore del cercatore a LED, incollata alla base, per incollarvi in vece il cinese. Nel procedimento ho divelto i cavetti del LED, naturalmente, ma non è un problema visto che il Telrad l’ha mandato in pensione definitivamente.
In questo modo ho ottenuto un cercatore non certo d’ultimo grido ma comunque utilizzabile, orientabile grazie alle viti stesse presenti sulla base dell’ormai ex cercatore LED.
Di necessità virtù, si dice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *