Solidità

E’ arrivata!
Nell’immagine qui a fianco l’impari confronto fra la EQ zerovirgolacinque di Zaphod e la nuova EQ5, che dall’alto della sua stazza non teme il peso e la lunghezza del mio tubotto. I primi test infatti mi hanno quasi commosso: dopo mesi passati ad osservare terremoti nell’oculare, finalmente la messa a fuoco non è più un’impresa nonostante i 90cm di leva esercitati da Zaphod!
La nuova montatura ha molti meno giochi della vecchia, è molto più stabile e solida e probabilmente può migliorare ancora tensionando per bene il treppiede. E c’è pure il cannocchiale polare!
Di una cosa, però, mi sono reso conto: pensare di accoppiare un supporto simile a un tubo ottico più lungo di 80-90cm è un po’ utopistico, perciò il sogno di metterci sopra un Newton da 200mm resterà nel cassetto a meno di non preventivare ulteriori upgrade alla montatura. Il prossimo passo potrebbe quindi essere, fra qualche mese, quello di sostituire Zaphod con un Newton corto oppure con un rifrattorino veloce da 80mm circa, con preferenza per la seconda ipotesi.
Per ora aspettiamo la Luna nuova e incrociamo le dita affinché la volta celeste si mantenga limpida…

3 risposte a “Solidità”

  1. La ringrazio esimio, quando questa Luna e questo matrimonio si leveranno di mezzo riprenderò stabilmente le osservazioni stabili! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *