Day 10: Waiting for the Garden

PB024692

Nella giornata di oggi abbiamo terminato di visitare Midtown, cioè il cuore pulsante di Manhattan, praticamente New York così come qualunque turista se la immagina prima di arrivarci (e sembra che alcuni non vogliano vedere null’altro che questo).

PB024561001

Una doverosa occhiata al Chrysler Building e all’Empire State Building da sotto e poi via verso St. Patrick, splendida e maestosa chiesa neogotica.

L’NBA Store richiama ancora la nostra attenzione in quanto all’albergo troviamo dei coupon per riscuotere due bei portachiavi d’argento firmati NBA Store.

Subito dopo passeggiamo verso Dylan’s Candy Store, un grande negozio di dolciumi e caramelle che è un’istituzione a Manhattan. PB024653003Difficile resistere alle infinità di prodotti che ammiccano dagli scaffali variopinti.

PB024587002

Con un rapido tratto di metro saliamo verso uptown e ci fermiamo alla 86ma strada, da dove arriviamo a piedi al Guggenheim, che merita di essere fotografato fuori e dentro. Decidiamo di non entrare perché l’arte moderna non è, decisamente, la nostra passione, anche se questo probabilmente suona come una bestemmia visto che in questi giorni il museo ospita una speciale mostra su Kandinsky (che, guardacaso, fatico a digerire).

Spendiamo invece i nostri soldi al Cooper-Hewitt Museum of Design, che era stato descritto come una grande esposizione di design e invece si rivela poco più di un palazzotto a due piani con degli interessanti oggetti al proprio interno. PB024734005Purtroppo anche questo museo, come molte altre parti della città, è attualmente sottoposto a restauro e rinnovamento e quindi visitabile solo parzialmente. Il prezzo del biglietto, però, è intero.

Chiudiamo il giro con una visita al Jaquelyne Onassis Reservoir a Central Park, grande e suggestivo specchio d’acqua in mezzo alla metropoli, per poi riprendere la metro e tornare in albergo il tempo sufficiente di scrivere questo post, riassettarci e ripartire per il Madison Square Garden, dove stasera saranno di scena i New York Knicks contro i New Orleans Hornets.

PB024711004

A domani!

2 risposte a “Day 10: Waiting for the Garden”

  1. OOOOHHHH Maria ti è passato il cgtt!!!!! Scherzi a parte (mica tanto per me fradi) freddo eh? In questi giorni sono a casa mi hanno dato qualche giorno di recupero ore e quindi riesco a leggere con calma. Quanto vi manca da visitare ancora? ogni giorno fate una bella scarpinata.Quanto costano i musei? “economici” come in Italia? Un bacione-one-one

  2. Come Manhattan in senso stretto ci mancano ancora Upper East Side e Upper West Side, che sono le parti di città che affiancano Central Park a est e ovest. Abbiamo già dato un’occhiata veloce a queste zone, ma stamattina le visiteremo per bene e oggi pomeriggio probabilmente ci riposeremo a Central Park un paio d’ore.
    Poi resterebbero i sobborghi periferici: Queens, Harlem, Bronx (che quasi quasi eviterei), Brooklyn. In alternativa potremmo andare a visitare la costa di Long Island, ma ci servirebbe un’auto e di guidare in questa follia non avrei tanta voglia, oppure potremmo prendere un treno e andare a Boston o Philadelphia…
    I musei costano dai 15 ai 24 dollari, che col cambio sono 10-16 euro circa; niente di trascendentale insomma, ma se ti capita di trovarne uno come quello di ieri, in gran parte chiuso senza che nessun cartello all’ingresso ti avverta, ti girano un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *