Day 13: Ingranaggi ghiacciati?

La cittá addobbata per Natale

Oggi sono riuscito a visionare il primo appartamento da affittare: un bicamere di dimensioni pari a quello che avevo in Italia, accogliente e in buone condizioni, in un’ottima zona della cittá e pure molto economico per gli standard di Ulm. Tutto bene, quindi? Quasi. Il fatto che si trovi al quarto piano e che non esista un ascensore non giova; dopo quattro anni vissuti al terzo piano con la medesima assenza, mi sono reso conto di come a volte avere un ascensore sia una manna dal cielo. Trasportare per otto rampe di scale un televisore, un piccolo mobile o anche la spesa, magari con qualche PET, puó essere faticoso. L’assenza del garage, invece, é un problema relativo dato che tutt’intorno all’edificio si puó parcheggiare liberamente, previa esposizione del ticket concesso ai residenti. Comunque sia, é il primo che riesco a vedere, nel convulso mercato cittadino degli affitti, e ho tempo fino a lunedí per prendere una decisione. Direi che non ho cosí tanta fretta da buttarmi sul primo appartamento “carino” che visiono.

Passando ad altro, invece, pare che la prossima settimana riusciró a sgambettare su un campo da basket con alcuni colleghi e qualche autoctono. Devo solo procurarmi un apposito paio di scarpe, e sono pronto a scendere in campo nuovamente. Non vedo l’ora!

Nota a margine del giorno: le ferrovie tedesche, Deutsche Bahn, sono attualmente al centro di molte polemiche. I treni sono quasi sempre in perfetto orario, ma qualche volta sono in ritardo. In piú, pare che ci siano dei problemi con gli scambi, che tendono a ghiacciarsi; non sono ancora stati installati ovunque gli impianti di riscaldamento dei binari. Posso testimoniare a loro sfavore, effettivamente: fra le varie volte che mi sono spostato in treno, mi é successo di aver aspettato 4 (quattro) minuti un treno alla stazione di Ulm. La voce registrata si scusava coi gentili viaggiatori per il ritardo imperdonabile nella partenza, ma alla fine il treno é arrivato a destinazione a Monaco alle 11:30 in punto, come da tabella di marcia. Per me, italiano, la cosa aveva dell’incredibile, anzi ero grato a DB per essere in perfetto orario. Mi sarei accontentato anche di 5 minuti di ritardo, ma anche di 15, abituato come sono ai ritmi italiani. E invece i tedeschi sono piuttosto amareggiati e infastiditi da questo andazzo intollerabile. Come cambiano i punti di vista…

Una risposta a “Day 13: Ingranaggi ghiacciati?”

  1. ah bè imperdonabile il ritardo!!!!!sicuramente un piano terra o un primo sarebbe l’ideale buona ricerca!buon divertimento per domani sera buonanotte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *