Fruttifero isolamento

Driving at dawn

Oggi riparto per l’Italia dopo una lunga assenza, perciò stamane sono arrivato in ufficio non in treno ma in auto. Restando ovviamente imbottigliato nel traffico della periferia di Monaco di Baviera, impiegando tre quarti d’ora per percorrere una ventina di chilometri.

Già prima di partire da casa stavo rimpiangendo la mia ora abbondante di treno giornaliera, senza neppure avere idea del traffico che avrei incontrato.

Dopo sei settimane di viaggi giornalieri, infatti, mi sono reso conto che il tempo di trasferimento da Ulm a Monaco è tutt’altro che perso. Sono da solo in mezzo alla gente, mi godo la musica in cuffia e nel frattempo leggo libri oppure finisco lavori che non avevo completato in ufficio. Da quando faccio il pendolare ho letto tre libri, una media ben superiore a quella delle sei settimane precedenti in cui, pur stando a casa in ferie, non ho quasi aperto una singola copertina. Quello del viaggio quotidiano è un isolamento tutto sommato fruttifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *