Hit the city

Courtyards
Courtyards

Primo fine settimana a Monaco di Baviera: nevica. I miei piani di conquista del mondo cittadino sono andati a rotoli quando ho deciso di dare una parvenza di senso logico e compiuto al mio appartamento. Ci è voluto un po’ di tempo e un po’ di consiglio prima di capire come disporre i mobili in soggiorno, rompendo gli schemi a cui ero abituato e riadattando ciò che era stato pensato per tutt’altro ambiente.

Non avrei potuto chiedere di meglio del silenzio della neve per accompagnare i febbrili lavori di spostamento, montaggio, smontaggio e disimballaggio. Scopro di possedere un’energia che non credevo possibile, quando per due giorni continuo a correre per la casa dando una forma accogliente a un appartamento che sento già mio, e riscopro una quiete che non ricordavo, quando mi addormento e senza agitazioni raggiungo il mattino successivo.

Dopo un lungo trafficare arriva la soddisfazione di sedermi sul divano, finalmente nella posizione corretta, e guardare i tetti innevati fuori dalle finestre sorseggiando finalmente un meritato bicchiere di buon vino friulano.

E poi passeggiare per il vicinato scoprendo chiese e parchi, aree pedonali e perdendosi fra la luce giallastra dei lampioni che scalda il colore della neve. Sentendomi un po’ a casa di nuovo, dopo oltre un anno di vagabondaggi, come se fossi tornato da un viaggio intorno alla Via Lattea e avessi finalmente trovato la strada. Senza sapere quel che accadrà domani o dopodomani nè curandomene, ma con la sola serenità di sapere di essere arrivato fino a qui e l’impressione di essere su una buona strada e non sulla strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *